11 dic 2008

Rettangolo di sfoglia al tardivo e asiago

Eccomi qua, alla "notte prima degli esami" (anche se ancora notte non è...) a postare una ricetta, chissà che non sia di buon auspicio...
Domani il grande giorno, dopo qualche sacrificio per me, ma anche per mio marito che mi ha dovuto sopportare con le mie crisi isteriche, i miei letarghi sul divano, i weekend passati in casa a studiare...
Ho sempre ammirato le persone che riuscivano a studiare e lavorare insieme, ma solo perchè non mi ero mai resa conto di cosa volesse dire...adesso le venero!!!
Comunque, speriamo che le cose vadano come devono andare e, con un pizzico di polemica, che la ruota finalmente, dopo due anni di passione, giri dalla parte giusta!!!
La ricetta di oggi è molto semplice ma veramente saporita e gustosa, poi come sapete sono una fan delle torte salate e degli sformati per cui non potevo che tornare a bomba sulla mia categoria preferita...

Ingredienti per 4 persone:

1 cespo radicchio tardivo
200 gr asiago
100 gr ricotta di pecora
1 confezione di pasta sfoglia
4 fette di speck
1 uovo
grana grattugiato q.b.
sale
pepe
burro


Pulite e tagliate a striscioline il radicchio, sfumatelo in padella per 5 minuti con una noce di burro, sale e pepe.
Intanto accendete il forno a 180°.
Lavorate in una terrina la ricotta con l'uovo, poi aggiungete l'asiago a dadini piccoli e un cucchiaio di grana, mescolate e regolate di sale.
Versate il radicchio nell'impasto di ricotta solo quando sarà tiepido e amalgamate gli ingredienti.
Stendete in una teglia la pasta sfoglia a forma di rettangolo, versatevi sopra il composto e lo speck tagliato a striscioline, cospargete di grana e fiocchetti di burro.
Chiudete gli angoli della pasta all'interno, lasciando solo il centro aperto per far gratinare il ripieno, infornate per 40 minuti e servite.


Potete anche chiudere totalmente la sfoglia a formare una caramellona, ma a mio gusto il risultato è migliore se il ripieno ha un pò di crosticina...da piccola andavo sempre a grattare le teglie di pasticci per mangiare i pezzetti abbrustoliti...
Dimenticavo...scusate per le pessime fotografie, sono veramente una frana...mi sa che quest'anno nella letterina a Babbo Natale ci metterò anche un bel corso di fotografia!!!

13 commenti:

Susina strega del tè ha detto...

Se trovi un corso di fotografia nei dintorni fammi un fischio!! ^_^

Roberta ha detto...

Beh innanzi tutto in bocca al lupo per domani.
Le torte salate mi piacciono, il radicchio e l'asiago anche, ti copio la ricetta.

pizzicotto77 ha detto...

In bocca al lupo!!!!!!!!

Le Vinagre ha detto...

Crepi il lupo...grazie per il sostegno!!!

Simo ha detto...

Che meraviglia di torta salata...peccato però che in casa mia solo io mangio radicchio...sgrunt...
Buonissima giornata!!!!

manu e silvia ha detto...

questa ricetta è davvero moooolto invitante! semplice ma sinceramente non ci avevamo propèrio mai pensato!!!
sappiamo anche noi che è molto dura studiare e lavorare allo stesso tempo...ma se ora ce l'hai fatta anche tu...puoi benissimo rientrare fra le persone che anche noi ammiriamo moltissimo! ci vuole molto impegno e forza di volontà!
in bocca al lupo!!!
un bacione

Maya ha detto...

Buono da impazzire!

Dual ha detto...

Nulla da dire ottima ricetta!!

Micaela ha detto...

complimenti per l'ottima ricetta e in bocca al lupo per gli esami :-)

Mirtilla ha detto...

ma che delizia!!!
buonissima ;)

Mary ha detto...

buono questo rustico più per il formaggio che per il radicchio che non tanto mi piace!

Carolina ha detto...

Non é vero, non sei assolutamente una frana nelle foto. Penso che nelle foto dei nostri blog ci sia un pochino di ognuna di noi, e per questo a modo loro sono tutte belle o particolari.
Spero che il tuo esame vada bene, facci sapere.
La ricetta é favolosa.

Un bacio.

Elle ha detto...

ciao! Spero che l' esame sia andato been!
Complimenti per la ricetta, sembra eccellente!